Epic Rise, lo show dei “Moped” ideato da Red Bull è pronto a tornare in scena per la quinta edizione: l’appuntamento è per il 14 luglio a Clusone, nella bergamasca, che già aveva ospitato la gara nel 2015. La formula è semplice: un motorino più o meno elaborato sulla base delle precise specifiche del regolamento, la salita quasi impossibile del “Pic del Truna”, un po’ di coraggio, tanta “manetta” e più voglia di mettersi in gioco e divertirsi.

COME SI SVOLGE - La gara è semplice, almeno quanto a regolamento: chi arriva in cima vince. Questo è il Red Bull Epic Rise, che prenderà il via alle ore 16 e si concluderà alle 22 del 14 luglio a Clusone. Sulla salita preparata ad hoc si sfideranno tre categorie. La classe “Truccati”, dedicata ai mezzi che mantengono il telaio originale con un massimo di 75 cc, monocilindrici e a frizione automatica, la categoria “Proto”, per i rider più estrosi che desiderano esprimere al massimo la propria fantasia con motorini creati ex novo artigianalmente con una cilindrata massima di 100cc, e la classe “Stock”, la entry level degli Epic Riders, tutto di serie e massimo 65cc.

Ma la gara non è facile: al Red Bull Epic Rise dello scorso anno, che si è svolta al Crossodromo Internazionale del Ciglione della Malpensa, in provincia di Varese, soltanto un rider riuscì ad arrivare con il suo motorino truccato in cima alla ripida scalata di 50 metri: Gianluca Biganzoli, pilota test Vibram che ha gareggiato nella classe Proto e ha raggiunto la vetta a bordo di un Giulietta-Peripoli. Per quest’anno la sfida è aperta.