ACI ha diffuso i dati dell’incidentalità relativi allo scorso anno: lo studio analizza i 36.885 incidenti (1.159 mortali), 1.264 decessi e 59.886 feriti, avvenuti su circa 55.000 chilometri di strade italiane e raccolti nel volume “Localizzazione degli incidenti stradali 2016”.  

Emerge che 7,5 incidenti su 10 avvengono sulle strade urbane, 2,5 sulle extraurbane; gli incidenti aumentano su tutte le tipologie di strada (+2% autostrada, +1,2% extraurbane, +0,5% urbane), ma diminuiscono morti (-10,2%) e feriti (-0,4%) sulle autostrade.

Alcune tratte con caratteristiche autostradali, nelle vicinanze dei grandi centri urbani, si confermano quelle a maggiore densità di incidenti.

Per le DUE RUOTE - I veicoli a due ruote (biciclette comprese), sono coinvolti nel 24% degli incidenti stradaliL’indice di mortalità delle due ruote è molto più elevato di quello delle quattro ruote: più di 1,5 morti ogni 100 mezzi coinvolti in incidente, per motocicli e biciclette, rispetto allo 0,66 delle auto. L’analisi dei dati evidenzia i tratti più pericolosi delle statali. Al vertice delle tratte più pericolose per le due ruote, la SS 011 Padana Superiore, seguita dalla SS 009 via Emilia e dalla SS 233 Varesina.

TRATTE CON MAGGIORE DENSITA’ DI INCIDENTI

Venezia -    SS 011 -  Padana Superiore
Rimini -      SS 009 -  via Emilia
Varese -     SS 233 -  Varesina
Treviso -    SS 013 -  Pontebbana
Savona -    SS 001 -  via Aurelia
Lucca -      SS 001 -  via Aurelia
Savona -   SS 001 -  via Aurelia
Rimini -     SS 009 -  via Emilia
Como -     SS 035 -  dei Giovi
Prato -      SS 066 -  Pistoiese
Pisa -        SS 067 -  Tosco Romagnola
Roma -     SS 002 -  via Cassia
Padova -   SS 011 -  Padana Superiore
Livorno -   SS 001 -  via Aurelia
Taranto -  SS 172 -  dei Trulli
Roma -     SS 008 bis -  via Ostiense
Napoli -    A 03 -  Napoli-Salerno
Roma -     SS 007 -  via Appia
Roma -     A 90 -  Grande Raccordo Anulare di Roma
Roma -     SS 005 -  via Tiburtina Valeria
Roma -     SS 148 -  Pontina
Roma -     SS 007 -  via Appia
Roma -     SS 006 -  via Casilina
Rimini -    SS 016 -  Adriatica
Napoli -    Tangenziale Est-Ovest Napoli

PER LE AUTO - La A51 Tangenziale Est di Milano - nel tratto compreso tra i chilometri 10 e 12 - è la strada dove si verificano più incidenti: 23/km, a fronte di una media italiana - per la rete extraurbana nella quale è avvenuto almeno un incidente - di 1,9 incidenti/km. Seguono la SS 036 del Lago e dello Spluga (19,5 incidenti/km) e la A4 Torino-Trieste (18,5 incidenti/km).

Solo su questi tratti, il numero di incidenti è 7 volte superiore al resto della rete extraurbana.

TRATTE CON MAGGIORE DENSITA’ DI INCIDENTI

 Milano -                     A 51 -  Tangenziale Est Milano                                           
Monza e della Brianza -  SS 036 - del Lago di Como e dello Spluga                    
Milano -                     A 04 - Torino-Trieste                                                            
Bologna -                  Raccordo Tangenziale Nord Città di Bologna (Casalecchio-Aeroporto-San Lazzaro)        
Messina -                  A 20 - Messina-Palermo                                                     
Rimini -                    SS 016 - Adriatica                                                               
Roma  -                   A 90 - Grande Raccordo Anulare di Roma                         
Roma  -                   A 24 - Penetrazione urbana (GRA-Portonaccio)                 
Napoli -                   Tangenziale Est-Ovest Napoli                                             
Milano -                   A 04 - Torino-Trieste                                                            
Roma -                    SS 006 - via Casilina                                                           
Reggio Calabria -     Raccordo Autostradale di Reggio Calabria  
                        
Lo studio dell’ACI, consultabile sul portale www.lis.aci.it, comprende due sezioni distinte, una relativa ai dati generali di incidentalità e l’altra specifica sulla localizzazione degli incidenti stradali avvenuti sulla rete viaria principale.

La sezione dedicata alla localizzazione contiene la statistica degli incidenti per ciascun chilometro di strada analizzato, con dettagli relativi alle conseguenze alle persone, tipologia di incidente, mese, ora, giorno settimana, particolari categorie di veicoli coinvolti, caratteristica del luogo di accadimento.

Completano l’analisi le mappe di incidentalità: numero di incidenti per chilometro su ciascuna strada con dati dell’anno di riferimento, numero di incidenti mortali per chilometro per ciascuna strada con dati dell’ultimo triennio, oltre alla geolocalizzazione degli incidenti.