Lo avevamo detto fin dall’inaugurazione, circa un anno fa, che Stefano Aleotti con Ruote da Sogno ha messo in piedi un progetto originale e azzeccatissimo (leggi qui).  Ma non avremmo di certo immaginato che la sua intraprendenza lo avrebbe portato fino al mondiale Superbike. Una pitlane che per definizione è riservata alle moto da competizione ultramoderne ha visto invece fare bella mostra di sé due “signore” del passato: una Kawasaki 900cc Testa nera del 1974 e una Kawasaki 500cc del 1972, perfette in ogni particolare ed elegantissime.

IN GERMANIA - Tutto è avvenuto in occasione del nono round del mondiale Superpsort, al Lausitzring, in Germania, dove il cinque volte campione del mondo Kenan Sofuoglu ha ottenuto uno splendido secondo posto in rimonta nella classe Supersport, in sella alla Kawasaki del team Puccetti Racing, portandosi ad un solo punto dal leader del mondiale Lucas Mahias. Proprio davanti al box di Sofouglu Ruote da Sogno ha “parcheggiato” le due Kawasaki. Una confema dell’amicizia che lega le due realtà: la scuderia reggiana di Puccetti, infatti, è stata presentata il 5 febbraio scorso proprio nell’atelier di Ruote da Sogno, a Reggio Emilia.

VERSO LE COMPETIZIONI - "Ci fa molto piacere essere presenti nel paddock del mondiale Superbike grazie agli amici del Puccetti Kawasaki Racing coi quali collaboriamo già da febbraio", ha spiegato Stefano Aleotti, fondatore di Ruote da Sogno. "Se piacerà, l'esperimento potrà essere ripetuto nel 2018, in particolare nelle tappe italiane del mondiale. Con questa operazione e con l'altra che ci vede presenti con le nostre moto in Romagna, presso JNB nei locali del fans club di Nicolò Bulega, muoviamo i primi passi nel mondo delle competizioni, che attrae tanti appassionati di moto".

La Kawasaki 900cc Testa nera e la Kawasaki 500cc sono due moto che rappresentano l'eccellenza stilistica raggiunta dalla Casa di Akashi negli anni Settanta e costituiscono un assaggio dei circa 1.200 pezzi ospitati nella sede di Reggio Emilia di Ruote da Sogno, che è rapidamente divenuto il primo operatore in Europa nel settore delle moto d'epoca e classiche.