La terza edizione di Transitalia Marathon che si correrà dal 27 al 30 settembre con partenza da Rimini, già vanta un record di iscritti: la quota massima raggiunta in 14 minuti.

“Siamo molto contenti di come sta andando la preparazione per la prossima edizione di Transitalia Marathon”, afferma Mirco Urbinati, organizzatore dell’evento. “Avevamo prefissato la mezzanotte del 23 gennaio come inizio per iscrizioni e alle 00.14 avevamo già 200 iscritti. Abbiamo dovuto chiudere le iscrizioni invitando gli interessati ad una lista di attesa che è già di 300 persone e cresce di minuto in minuto”.

Dopo il successo dello scorso anno, il Transitalia Marathon, seppure ad 3 mesi dal suo svolgimento, ha già tracciato sulla carta le sue linee guida, grazie a Mirco Urbinati e allo lo staff che da due anni collabora con lui per la riuscita dell’evento.

La partenza avverrà, come lo scorso anno, da Rimini, dalla capitale della riviera romagnola e poi si viaggerà attraverso il centro Italia, visitando quei posti e quelle località che hanno scavato un posto nei cuori di tutti gli amici del Transitalia Marathon. Di nuovo sulle tracce e sui solchi tracciati dal terremoto che continua a scuotere il centro Italia; il Transitalia si prefigge di portare un sorriso, e tanta solidarietà a tutti i motoclub che sono tuttora coinvolti nella battaglia contro questo terribile ‘nemico’ naturale. La carovana scenderà verso il centro-sud, fermandosi di nuovo sull’Adriatico e poi tornando indietro. La terza edizione, internazionale e non agonistica, farà ancora parte del calendario d’eccellenza FMI Turismo Adventouring e sarà sempre suddivisa in tre giornate, per un totale di circa 900 chilometri. Le moto ammesse saranno suddivise in tre categorie: Gloriose, Maxienduro-Rally moderne e Squadre.

“Transitalia Marathon è una bellissima manifestazione Turistica riconosciuta dalla FMI già alla sua prima edizione svoltasi nel 2015”, ha detto  Giovanni Copioli, Presidente dellaFederazione Motociclistica Italiana. “La FMI, innovatrice e comunque attenta a qualsiasi nuova espressione del motociclismo, con il suo un nuovo settore denominato Mototurismo Adventouring ha raccolto le esigenze di tutti coloro che fanno della motocicletta un mezzo per esplorare nuove forme di viaggio e di avventura. Una nuova forma di turismo che, rispetto al mototurismo classico, dà la possibilità ai partecipanti di vivere le emozioni che si possono provare esplorando dei percorsi articolati anche su strade bianche e che mettono i partecipanti a stretto contatto non solo con la cultura, l'arte e la storia del nostro Paese ma anche con le bellezze della natura che l'Italia offre in tutte le sue molteplici forme. Panorami bellissimi e scorci naturali che si possono ammirare solo percorrendo strade che spesso non sono battute da chi non conosce questo tipo di percorsi. Il Mototurismo Adventouring, attraverso manifestazioni come il Transitalia Marathon, dà quindi la possibilità di affrontare questi percorsi su strade prevalentemente a fondo naturale nel pieno rispetto del territorio e dell'ambiente. Aspetti, questi ultimi, che stanno a cuore alla FMI tanto che la stessa ha notevolmente aumentato il suo impegno istituzionale ed educativo verso i suoi tesserati su temi così importanti ed attuali".