Sulla pista di Vallelunga sabato 20 e domenica 21 maggio si svolgerà il secondo dei cinque Meeting in Pista FMI 2017, con l’esordio del Campionato Italiano Vintage Endurance: gare di lunga durata.

Gareggiano moto da competizione costruite entro il 1983, con partenza stile “Le Mans” (piloti in piedi a bordo rettilineo di partenza e moto schierate sul lato opposto), cambi di pilota e rifornimento durante la gara.

Quattro ore di competizione continua, dove il risultato è sempre incerto fino all’ultimo.

Un programma ricco, che inizia la mattina alle 8:30 con le gare di Gruppo 4 (Regolarità) e Gruppo 5 (Velocità pura), fino alle 15:15 quando parte la gara “clou” della giornata.

La gara prende il nome di “500 Km di Vallelunga”, in ricordo delle sfide epiche che si correvano negli Anni ’70.

L’anteprima avrà luogo sabato 20 alle ore 15:00 con il Meeting dei Campioni, un incontro aperto al pubblico che riunisce oltre trenta dei protagonisti che animavano le sfide di lunga durata degli Anni ’70, dove i “romani” sfidavano i “milanesi”, spesso “disturbati” da piloti di altra provenienza, che puntavano dritti alla vittoria senza alcuna voglia di rispettare i piloti “locali” e le loro gerarchie.

Sarà un incontro tra vecchi amici, pronti a sfidarsi di nuovo tra ricordi, aneddoti, piccoli segreti e qualche scherzo, prima della foto di gruppo finale.

Al momento hanno confermato la presenza Giulio Albanesi, Andrea Caldani, Daniele De Lucia, Angelo Di Bartolomeo, Fabrizio Farinelli, Angelo Laudati, Claudio e Franco Lenci, Nicola Licitra, Franco Malenotti, Cesare Leali, Paolo Pea, Silvio Manfroi, Salvatore Mangione, Federico Marcellino, Roberto Marcucci, Gianni Menegaz, Claudio Moretti, Carlo Murelli, Aldo Nardone, Giacomo Paciotti, Ennio Paparazzo, Felice Pietrinferni, Dino Porretti, Franco Randazzo, Giuseppe Riggio, Mario Sakamoto, Stefano Salani, Giulio Scarani, Claudio Talucci, Corrado Tuzii, Sergio Vitali, Carlo Passari.

Dopo il Meeting dei Campioni, sabato 20 intorno alle 16:30, si terrà un’asta benefica organizzata dal Gentlemen’s Motor Club, che mette in palio abbigliamento da gara donato da piloti moderni e alcune componenti di grande interesse.L’intero ricavato verrà devoluto alla Città di Amatrice, simbolo del sisma i cui effetti continuano a tormentare molti abitanti dell’Italia centrale.