KTM ha annunciato una vera e propria rivoluzione: l'adozione dell'iniezione elettronica sui modelli Enduro della gamma EXC 2018. Il costruttore austriaco, leader mondiale nella produzione di motociclette offroad, dopo aver collezionato una serie di successi sportivi praticamente in ogni campionato, è pronto a mettere a disposizione dei propri clienti questa nuova tecnologia.

2T EURO 4? È POSSIBILE - Non è di certo un segreto che il team di ricerca e sviluppo di Mattighofen stesse lavorando su una nuova applicazione dell'iniezione elettronica sul 2T, che rispetto al carburatore potesse offrire considerevoli vantaggi in termini di riduzione dei consumi e aumento della facilità e la versatilità di utilizzo, dato che non si rende necessario preparare la miscela, così come adattare la carburazione alle differenti condizioni atmosferiche durante l'utilizzo della moto.

NUOVA EROGAZIONE - KTM anticipa che i nuovi modelli 2 tempi TPI miglioreranno l'erogazione, e dimostreranno che il Costruttore austriaco si sta impegnando nello sviluppo dei propri modelli da Enduro 2T, rinnovati lo scorso anno con la gamma 2017. La Transfer Port Injection sarà una vera e propria rivoluzione nel segmento in cui KTM domina, quello dell'Enduro. Il lancio stampa internazionale si svolgerà a partire dal 15 maggio.

"Per KTM questa novità è tanto incredibile quanto eccitante. Ci siamo impegnati a lungo per ottenere una nuova tecnologia che rendesse le nostre moto ancora più performanti e che allo stesso tempo fosse rivoluzionaria, affidabile e che rispondesse perfettamente al nostro mantra Ready to Race”, ha commentato Joachim Sauer, KTM Product Marketing Manager. “Il nostro R&D ha testato a lungo il nuovo sistema di alimentazione, in modo da affinare quanto più possibile il prodotto e renderlo perfettamente fruibile a tutti i livelli. Siamo altresì molto eccitati per essere stati i primi ad adottare questa tecnologia su una moto da Enduro e non vediamo l'ora di presentare le nuove 250 EXC TPI e 300 EXC TPI ai giornalisti di tutto il mondo il prossimo maggio.

“Le moto saranno disponibili presso i concessionari ufficiali europei indicativamente all'inizio dell'estate, mentre bisognerà aspettare la fine dell'autunno per il mercato nord americano", ha proseguito Joachim Sauer.