Ducati continua nel proprio percorso di crescita, chiudendo il 2015 con oltre 54.800 nuove moto consegnate ai propri clienti in tutto il mondo. La crescita delle vendite ha permesso di superare i 700 milioni di Euro di fatturato, con un risultato operativo pari a 54 milioni di Euro e un margine operativo del 7,8%. I dati finanziari di Audi Group - di cui anche Ducati fa parte - relativi all’anno fiscale 2015 sono stati presentati in occasione della conferenza stampa annuale, tenutasi presso la sede di AUDI AG ad Ingolstadt. Per la Casa motociclistica di Borgo Panigale, le consegne sono aumentate del 21,5%, per un totale di 54.809 moto vendute, circa 10.000 in più rispetto al 2014. In questo anno record, Ducati ha registrato una crescita superiore anche a quella fatta registrare dal mercato globale raggiungendo, nel segmento delle moto oltre i 500 centimetri cubi, un market share del 5,4%, con un incremento percentuale sulla quota 2014 pari allo 0.9%. Il risultato si traduce in 702 milioni di Euro di ricavi, con un aumento del 22% rispetto all’esercizio 2014 (575 milioni di Euro). Ducati Group, a chiusura dell’anno fiscale 2015, ha inoltre ottenuto un risultato operativo di 54 milioni di Euro, in crescita del 12,5% rispetto ai 48 milioni di Euro dell’anno precedente. “Nel corso dell’ultimo esercizio Ducati ha dimostrato l’efficacia della strategia seguita negli ultimi tre anni, basata su investimenti su prodotto, qualitŕ e cliente”, ha dichiarato Claudio Domenicali, Amministratore Delegato Ducati Motor Holding. “La crescita non č solo nei volumi ma in tutti i principali indicatori finanziari e mostra come la societŕ sia oggi solida e preparata per le sfide del futuro”. “Gli indicatori finanziari confermano che Ducati procede in un costante percorso di crescita”, ha commentato André Stoffels, Chief Financial Officer Ducati Motor Holding. “L’Azienda continua a investire e aumenta significativamente anche il nostro cash flow positivo”. Il risultato 2015 per Ducati è frutto anche del costante investimento in nuove tecnologie e nuovi modelli. Questa linea strategica ha permesso la presentazione, per l’anno 2016, di nove nuove moto tra cui XDiavel, Multistrada 1200 Enduro e Scrambler Sixty2, con cui Ducati entra in tre nuovi segmenti rispettivamente il mondo “Cruiser”, quello “Off Road” e le moto di cilindrata inferiore a 500 centimetri cubi. Grazie anche a questa ulteriore espansione della gamma di prodotto Ducati può guardare al futuro con ottimismo e fiducia, proseguendo nel suo percorso di crescita. La rete vendite della Casa motociclistica di Borgo Panigale conta oggi più di 720 concessionari in oltre 90 Paesi e, nel corso del 2015, ha permesso una crescita delle consegne in quasi tutte le regioni del mondo. Il Nord America rimane per Ducati il più grande mercato, con 12.136 moto consegnate (+14% rispetto al 2014). In Italia l’azienda ha realizzato un incremento del 53% nelle vendite, con 6.569 moto. Record commerciale anche nel resto dell’Europa dove complessivamente Ducati ha aumentato le consegne del 31,2% pari a 21.473 unità, con un aumento del 24% in Germania, e del 37% nel Regno Unito. In crescita anche i mercati Asia-Pacific, dove Ducati ha consegnato complessivamente 6.502 moto (+12%) ai clienti rafforzando anche la sua presenza in Cina, cresciuta del 46%. Ducati vanta oggi un totale complessivo di 1.541 dipendenti, con 137 nuove assunzioni effettuate nel corso dell’ultimo anno e circa 100 già pianificate per il 2016. (Nella foto in evidenza: Ducati XDiavel S)