Se stavate pensando che l'evoluzione nel mondo dei caschi avesse raggiunto livelli fantascientifici e non ci fossero grandi margini di innovazione, ebbene vi sbagliavate. L'azienda australiana Vozz Helmets negli ultimi anni ha lavorato su quella che ha definito "la rivoluzione": si chiama RS 1.0 ed è un casco senza cinturino, che si indossa "aprendolo" con accesso posteriore, con un meccanismo "a conchiglia". Qui il video che mostra come si indossa questo casco rivoluzionario. Gli obiettivi di Mark Bryant e Johnny Vozzo, che hanno disegnato il sistema, erano quelli di realizzare un casco che "avvolgesse" il viso dell'utilizzatore. La parte inferiore, infatti, risulta molto più stretta, non dovendo più costituire la via d'accesso della testa, e lamentoniera, estensibile attraverso un congegno interno, consente una regolazione precisa. Vozz ha iniziato il progetto nel 2005 e la difficoltà principale è stata quella di omologarlo nei vari Paesi. Obiettivo che, però, è stato raggiunto. Sembra che queste modifiche risultino in una maggior sicurezza, perché lo sgancio rapido consente un soccorso immediato, senza smuovere il pilota o applicare pressione. Il sistema dovrebbe impedire anche che il casco si sfili in caso di incidente. Inoltre, le particolari caratteristiche costruttive riducono i volumi complessivi del casco, con minori ingombri e maggior leggerezza. Attualmente in vendita al prezzo di 888 dollari australiani (circa 590 euro), questa novità, secondo quanto comunicato dal produttore, potrebbe raggiungere il mercato europeo già nel 2016. Dal 23 dicembre sarà commercializzato online sul sito web del produttore. Il prezzo si aggirerà attorno ai 600 euro. Guarda la gallery! Le immagini del rivoluzionario casco australiano senza cinturino che è già in vendita.