La nuova Honda Africa Twin sta per arrivare... E se questo significasse il ritorno delle maxienduro vere?

 La diffusione del video dell'ultima nata in Casa Honda, l'attesissima Africa Twin, ha nuovamente puntato i riflettori su una categoria di moto che potrebbe vivere una seconda giovinezza: le maxienduro vere, figlie di quelle moto che hanno vissuto un'epoca d'oro a cavallo degli anni ottanta e novanta. Allora erano un punto di arrivo: si partiva dai monocilindrici, con nomi e serbatoi da vere avventuriere, per arrivare a queste vere e proprie navi del deserto. Africa Twin e Yamaha SuperTénéré, e in misura minore l'indimenticata Cagiva Elefant, si contendevano lo scettro di “più desiderate”. L'evoluzione del segmento ha portato a moto sempre più performanti, tecnologiche, stradali. Stradali al punto che la stessa definizione di maxienduro non funzionava più. Qualcuno si è “inventato” la parola “crossover”, che si porta con tutte le misure di cerchi e con tutte le potenze. Non sono però passate inosservate alcune proposte coraggiose da parte delle Case che con gli anni sono riuscite a guadagnarsi un meritato successo: parliamo della BMW F800GS e della Triumph Tiger XC che con i loro 800 cm3 sono riuscite a mettere d'accordo viaggiatori, avventurieri e utilizzatori quotidiani. La nuova Africa Twin va ad inserirsi proprio fra queste due moto, anche se la cilindrata suggerisce altre concorrenti: la Suzuki V-Strom e la neonata KTM 1050 Adventure, ad esempio. Honda è stata però capace, anche solo con un semplice video, di far ri-scoccare nel cuore degli appassionati quella scintilla che non si era mai sopita: la voglia di avventura, terra, sabbia, viaggi. Il calore con cui è stata accolta suggerisce che potrà essere un grande successo; le Case concorrenti dovranno correre ai ripari, probabilmente guardandosi un po' indietro. D'altronde chi non vorrebbe una Multistrada più piccola e più avventurosa? O una SuperTénéré da 100 cavalli e 200 kg? O una 1050 Adventure con i cerchi a raggi? E poi chissà... magari un giorno torneranno in voga le monocilindriche. 40 cavalli, 140 kg, e un bel serbatoio per fare strada. O non è più quel tempo quell'età? [gallery ids="24646,24649,24647,24648,24652,24653"]  Federico Garbin