Le moto d’epoca sono protagoniste a Motodays attraverso l’area tematica dedicata alle due ruote del passato realizzata in collaborazione con il Moto Club Yesterbike. Reginetta del padiglione vintage la Moto Guzzi 8 cilindri, progetto impostato dalla vulcanica mente dall'ingegner Giulio Cesare Carcano coadiuvata da un tecnico di grande valore quale era Todero che nel 1954, in risposta al dominio delle Gilera e MV Agusta quattro cilindri portarono alla realizzazione dell’unico motore 8 cilindri che si sia mai visto su una motocicletta da corsa. Il disegno di questo 8 a V di 90 gradi ha permesso di avere un motore estremamente compatto e potente (si parla di quasi 80Hp nel 1957). Purtroppo per la decisione delle case di ritirarsi dalle competizioni, questo favoloso progetto non poté essere sviluppato quanto avrebbe meritato. Per la prima volta insieme alla 8 cilindri viene esposta anche la moderna Honda NR a pistoni ovali, soluzione tecnica escogitata proprio per ottenere un rendimento simile a quello degli 8 cilindri vietati dal regolamento. Tra le altre iniziative, il One to One, spazio destinato ai privati che desiderano mettere in vendita la proprio moto, la Mostra Scambio, con tutto il necessario per il restauro delle moto d'epoca, e il Moto Village, area dedicata all'esposizione e vendita dell'usato "moderno”. Ospite al padiglione vintage anche Mauro Pica Villa, figlio del famoso cantante Claudio: la Kawasaki e la tuta del padre cantante e pilota sono infatti esposte nella mostra "La passione fa '80"  (Foto in evidenza).

Fiammetta La Guidara