Tante novità per la Casa di Borgo Panigale nel Campionato SBK 2015. La nuova squadra che si presenterà alle competizioni avrà ora il nome di "Aruba.it-Ducati Superbike Team": questo il risultato di un accordo triennale tra Ducati e Aruba, che vedrà la partecipazione diretta della Società toscana come title sponsor nel mondiale SBK.  Due filosofie italiane di eccellenza e qualità tecnologica che collaborano in un importantissimo appuntamento internazionale. Aruba si occuperà in particolare degli aspetti organizzativi, marketing e comunicazione (ma verrà anche rappresentata da Luca Scassa in qualità di collaudatore ufficiale) mentre i tecnici del Reparto Corse si concentreranno sullo sviluppo e la preparazione delle Ducati Panigale R. Moto che verranno guidate, anche per quest'anno, dai piloti Chaz Davies e Davide Giugliano. La direzione tecnica della squadra è ancora una volta affidata ad Ernesto Marinelli, e Serafino Forte viene riconfermato nel ruolo di Team Manager. Il nuovo pool sarà presentato ufficialmente a Febbraio durante un evento presso il Data center di Aruba ad Arezzo. Claudio Domenicali, Amministratore Delegato di Ducati, ha dichiarato: 
“E’ con grande soddisfazione che annunciamo questo importante accordo con Aruba, che garantisce una solida piattaforma di lavoro per Ducati nel Campionato Mondiale Superbike per i prossimi tre anni. Nel pieno rispetto della nostra filosofia di utilizzare le corse per testare e migliorare continuamente il prodotto che offriamo ai nostri appassionati, la nuova squadra “Aruba.it Racing – Ducati Superbike Team” potrà contare nel 2015 su una versione profondamente evoluta della Panigale, disponibile anche per i nostri appassionati e ancora più potente, leggera ed elettronicamente all’avanguardia. Per Ducati le gare hanno un’importanza strategica, e il Campionato Mondiale Superbike ci permette di dimostrare in pista quanto un bicilindrico possa essere performante e veloce. Con i nuovi regolamenti 2015, secondo i quali le moto in gara dovranno essere ancora più vicine a quelle di serie, crediamo di avere le carte in regola per poter essere molto competitivi. Con i suoi 14 titoli mondiali piloti e 17 titoli mondiali marche, Ducati ha una straordinaria tradizione di successi e di vittorie nel Campionato Mondiale Superbike, e con questo accordo pensiamo di avere gettato le basi per accrescere questo ineguagliato palmares. Un grande in bocca al lupo quindi a Chaz e a Davide e un caloroso benvenuto ad Aruba.”
Giulia Cassinelli