Kawasaki ha superato con successo l’ultima prova prima dell’apertura del Campionato Mondiale Motocross: nella gara degli Internazionali d’Italia a Montevarchi Gautier Paulin e Arnaud Tonus hanno confermato l’ottimo stato di forma conquistando tutto quello che potevano. Il francese Paulin ha siglato la vittoria nelle gare di MX1 e della Elite, mentre lo svizzero Armand Tonus ha conquistato il gradino più alto del podio in MX2. Nella classe Elite, il team Kawasaki ha messo a segno addirittura una doppietta: alle spalle di Paulin si è piazzato il suo connazionale Steven Frossard. L'evento di Montevarchi ha rappresentato anche la prima “uscita” dell’anno per Tommy Searle del Team CLS Kawasaki Monster Energy. Il britannico ha sfruttato la gara toscana per verificare dei setup alternativi e ha concluso la gara di MX1 in quinta posizione, mentre in una caduta nei primi giri della finale Elite lo ha poi relegato al sedicesimo posto, nonostante una grintosa rincorsa che gli ha consentito di recuperare una decina di posizioni. Risultati soddisfacenti pure per il nostro Alessandro Lupino, anche lui portacolori ufficiale Kawasaki: ottavo posto in MX2 e nono nella gara Elite. "E 'stato bello essere qui con tutta la squadra e tornare in gara per la prima volta da novembre”, ha detto Gautier Paulin. “Ho guidato con attenzione perché in alcuni punti del tracciato c’erano dei solchi profondi che avrebbero potuto essere pericolosi. Ma ho vinto entrambe le gare, ho avuto un buon feeling e questo è un ottimo modo per iniziare la stagione, anche se sappiamo che nessuno va al 100% così all’inizio della stagione". "La serie italiana mi porta bene, è fantastico conquistare l’holeshot e vincere”, ha commentato Arnaud Tonus, vincitore in MX2. “Nella gara Elite sono caduto due volte e poi ho avuto problemi al motore, ma ho fatto dei giri buoni, e questo era l'obiettivo principale del primo GP. Mi sento pronto per la stagione". (Foto Davide Messora)