Montevarchi (Arezzo) - Oltre 8.000 spettatori sulle tribune del Miravalle per inchinarsi al Re Cairoli, che ha risposto dando il tutto per tutto. Dopo le prove della mattina, che lo avevano dichiarato il più veloce sul rinnovato tracciato di Montevarchi, uno sfortunato contatto con un altro rider lo costringe a ritirarsi nella manche MX1. Allo schieramento della classe Elite Cairoli regala a tutti una partenza che da sola vale il biglietto di ingresso. Parte così la danza finale dell'edizione 2014 degli Internazionali d’Italia, che ha annoverato tre  appuntamenti con i top riders del panorama mondiale, presentando i Team con l’assetto da guerra che vedremo sabato 1 marzo al GP del Qatar. MX1 – Dopo il colpo di scena che ha messo fuori dai giochi Cairoli (Red Bull KTM Factory Racing) i protagonisti  della manche sono  Gautier Paulin e Frossard, compagni di squadra nel Kawasaki Racing Team, che concludono rispettivamente primo e terzo. Efficace l’inserimento in seconda piazza di Van Horebeek (Yamaha Factory Racing) che guadagna il titolo di campione MX1 2014. Dietro loro Max Nagl (Team HRC) e Tommy Searle (CLS Kawasaki Monster Energy MXGP) che precedono le Husqvarna del Team  factory Red Bull IceOne di Tyla Rattray e Todd Water. Bella anche la prova di Samuele Bernardini (TM Ricci Racing) che con l’ottavo posto conquista la testa della classifica dedicata ai 300cc 2T. MX2 – Dominio francese nella corsa della 250cc. Brilla la concretezza di Arnaud Tonus (CLS Kawasaki Monster Energy) che già in Sardegna aveva primeggiato. Il team-mate Dylan Ferrandis rimonta da una partenza in quarta posizione fino al secondo posto vedendosela con Christophe Charlier (Yamaha Factory Racing) e l’aggressivo Tim Gajser (Honda Gariboldi) che peròdopo la prima metà della gara incorre in errori fatali per la conquista di una piazza a podio. Targa Champion per Charlier che si dichiara fiero di regalare ancora una vittoria al suo team made in Italy. MXElite – Tabella Champion 2014 a Tony Cairoli che “scarta” il risultato di oggi e intasca il titolo grazie ai 240 punti guadagnati nei due round precedenti. Sul podio di giornata Gautier Paulin, Steven Frossard e Jeremy Van Horebeek. MX125 - Isdraele Romano (KTM Solarys) purtroppo a seguito di un infortunio perde la possibilità di vincere il titolo, conquistato da Ravera (Team Motocross FMI TM Ricci Racing). Bel rientro per Riccardo Righi che segna un terzo e secondo posto. Gara 1: Lorenzo Ravera (TM) – Pootjes Davy (KTM) – Riccardo Righi (Husqvarna). Gara 2: Pootjes Davy (KTM) – Riccardo Righi (Husqvarna) – Filippo Zonta (KTM) Cairoli2   Cairoli1