Il 23 febbraio a Phillip Island in Australia prende il via il mondiale SBK. Il circuito dello Stato di Victoria detiene il record per numero di round ospitati: questo sarà infatti il 24° evento nella storia del campionato a svolgersi sull'isola australiana. Sul tracciato di Phillip Island si registra la velocità media sul giro più alta di tutto il calendario WSBK (e MotoGP). Questo record è stato favorito dai lavori di rifacimento dell’asfalto completati a fine 2012, che hanno reso la pista più veloce. Il round australiano rappresenta anche il primo banco di prova per cambiamenti introdotti nel mondiale a livello di regolamento tecnico e sportivo, nonché per i nuovi arrivi in fatto di team, piloti e costruttori. L'edizione 2014 vedrà l'ingresso della nuova classe EVO, che si affiancherà alla Superbike. La EVO è una moto derivata dalla serie con limitate possibilità di elaborazione della ciclistica e del motore, molto simile a quello utilizzato in Superstock. Dieci sono i piloti EVO quest'anno, mentre nel 2015 tutte le moto in griglia avranno queste specifiche. Pirelli, fornitore ufficiale per l'undicesimo anno di fila, alla luce dell'arrivo della Superbike EVO, ha rivolto la sua attenzione allo sviluppo di pneumatici che permettano un livellamento delle prestazioni tra le moto Superbike e le EVO.

Una nuova Superpole ed uno schedule rivisto per il weekend di gara aggiungeranno un ulteriore elemento di sfida per squadre e piloti.