Progetti in vista, per KTM Industries AG e Bajaj Auto Ltd, con obiettivo 2022. Le due società stanno ipotizzando la creazione di una piattaforma elettrica da 48 Volt, comun denominatore dei futuri prodotti dei due marchi. La produzione, almeno per le notizie che stanno circolando adesso, inizierà sicuramente a Pune (India), sede delle industrie Bajaj. Non è stato ancora ufficializzato, ma il Direttore Esecutivo Rakesh Sharma ha dichiarato che le società sono già al lavoro per sviluppare un prototipo.

PROGETTI DELLA PARTNERSHIP - La nuova piattaforma EV supporterà i veicoli due ruote, in diverse varianti (scooter, motocicli e probabilmente anche ciclomotori) e sarà in grado di erogare dai 3 ai 10 kW. Per vedere sul mercato i primi prodotti elettrici nati dalla nuova piattaforma bisognerà attendere, come accennato a inizio articolo, il 2022.

SOGNO ELETTRICO - Il governo indiano, già da diverso tempo, ha chiaramente manifestato la volontà di spingere verso l'elettrificazione della maggior parte dei veicoli a due ruote. In questa prospettiva, dunque, la collaborazione KTM-Bajaj potrebbe rivelarsi fruttuosa.
KTM, d'altronde, aveva già espresso il suo interesse per gli scooter elettrici nel lontano 2013 con il concept E-Speed e poi con la Freeride E-XC. Mentre le voci su Bajaj Auto che ha già iniziato a testare il scooter elettrico (lanciato probabilmente con il marchio Urbanite) si fanno sempre più insistenti. Non resta che attendere ulteriori sviluppi.