Prima venne Iron Man. Poi Hulk, Thor e il sequel con protagonista Tony Stark. E infine arrivò lui, Steve Rogers. “Captain America – Il primo Vendicatore” usciva nei cinema italiani il 22 luglio di otto anni fa. E il Capitano sgommò per la prima volta nelle sale con la sua Harley-Davidson.

IL FRANCHISE - Il film su Captain America era atteso dai fan della Marvel sin dal 2008, l’anno in cui il franchise cinematografico della Casa delle Idee cominciò con il primo titolo dedicato ad Iron Man. Captain America, personaggio tra i più famosi e amati dei fumetti statunitensi, meritava un film tutto per sé. Arrivò così il 2011 e la realizzazione dell’opera del regista Joe Johnston.

LE ORIGINI DI “CAP” SONO NOTE. Durante la Seconda Guerra Mondiale, Steve Rogers è un patriota americano desideroso di servire per il suo Paese. Dato che il suo fisico esile non gli consente d’arruolarsi, si sottopone a un esperimento scientifico, in cui gli viene iniettato un siero che lo potenzia muscolarmente e gli dona forza sovrumana e super agilità e resistenza.

LA SUA HARLEY - Steve riesce così a combattere al fronte, diventando presto un punto di riferimento per le forze armate statunitensi. E a lottare contro i nemici, spesso e volentieri, va in moto. La due ruote di Captain America, nel film guidata dall’attore Chris Evans, è una finta WLA del 1942.

LA BASE INFATTI È UNA CROSS BONES del 2008, opportunatamente modificata a dovere secondo i canoni stilistici della WLA degli anni Quaranta dalla Salvaggio Automotive Design. Tuttavia, la moto presente nel film vantava dei gadget particolari, adatti all’azione spericolata di Steve Rogers. Come ad esempio la possibilità di sganciare dei rampini, utili nelle fughe, o le fiammate potentissime lasciate partire dagli scarichi.

Di seguito, un video dove la “finta” WLA si mostra in tutte le sue caratteristiche.