Temporali, tempeste, monsoni, piogge di sabbia o rovesci intensi non sono, di certo, alleati dei motociclisti che, tra una goccia e l’altra sulla visiera del casco, non riescono più a guidare come vorrebbero. In macchina non ci sono questi problemi, come fare sulle due ruote? Sembra uno scherzo, ma anche il tergicristallo per casco è entrato a far parte della gamma di accessori disponibili. 

PICCOLO ED ELETTRICO - Wipey, piccolo ed elettrico, funziona a scatto e può essere agganciato a qualsiasi casco con visiera, dagli integrali agli open face. Il design è aerodinamico: resiste anche se si toccano i 130 km/h, velocità che di solito non si raggiuge se si è sotto la pioggia.

IL TARGET - Nonostante l'utilità (quante volte è capitato di pulirsi la visiera del casco con il guanto mentre si guida perché la visibilità è ridotta dalle gocce di pioggia?), ci sono molti dubbi intorno al piccolo tergicristallo da casco. A chi potrebbe essere utile un accessorio così? Forse non è sbagliato definire Wipey un "attrezzo da motociclista per esigenza", ovvero per coloro che hanno fatto delle due ruote il principale mezzo di spostamento quotidiano: in città, nel tragitto casa-lavoro, su brevi distanze.

UTILIZZO - Wipey si regola come i tergicristalli della macchina, può andare a intervalli di 1, 3 e 6 secondi ed è anche abilitato per Bluetooth. La batteria, se usato in modo continuo, dura 3 ore. Se usato a intermittenza ben 12. 

IN VENDITA - Non è ancora in commercio: prima - ammesso che qualcuno lo reputi un'idea valida - verrà quotato su Kickstarter e la campagna di vendita inizierà il prossimo maggio. Chi lo prenoterà in anticipo otterrà il 50% di sconto sul prezzo finaledel prodotto. Basterà questo incentivo a convincere il popolo delle de ruote e a convertirlo al tergicristallo per casco? Noi un'idea ce l'avremmo...