Un buon bicchiere di gin al sapore di Harley-Davidson? Esiste. Provate a chiedere a Uwe Ehinger, "l’Archeologo", un signore tedesco che all’età di 17 anni si è appassionato all'universo della Casa di Milwaukee. Da quel giorno, ha girato per tutto il mondo alla ricerca di componenti antichi e reliquie di motori d’epoca. L’obiettivo della raccolta, come ha affermato lo stesso Ehinger, è stato quello di conservare lo spirito dei vecchi motori in un altro tipo di spirito, stavolta alcolico, così da poter scoprire quale sia il gusto di un componente motoristico.

LA LEGGENDA dell’Archeologo si è così alimentata, fino alla produzione vera e propria del gin. Ehinger ne produce tre tipi. Il Flathead deve il suo nome proprio all’omonimo modello Harley Davidson del 1939, e le parti necessarie per crearlo sono state scovate da Ehinger in Messico, in un’enorme area di stoccaggio di veicoli dismessi. Il Knucklehead invece è stato ricavato da una Harley FL color blu oceano del 1947. Ritrovata a Santiago del Cile, Ehinger afferma fosse appartenuta fino al 1969 a un farmacista tedesco che lavorava proprio nella capitale cilena, che la utilizzava per le consegne. Infine, il Panhead, derivato da un modello del 1962. Anche in questo caso, il ritrovamento ha dell’incredibile: l’Archeologo trovò le parti prescelte a Seoul, in un grandissimo cortile tra centinaia di moto difettose appartenute alla polizia coreana. Per poter prelevare gli “ingredienti”, in cambio Ehinger ha solo dovuto intonare dei canti tipici tedeschi. I coreani furono completamente entusiasti. 

I TRE GIN presentano un design e un packaging molto curato e dettagliato, ispirato agli imballaggi per le motociclette degli anni ’30 e ’40, utilizzando le tecniche autentiche dell’epoca. Il prezzo non è dei più economici, tra i 900 e i 1100 euro a bottiglia.