Husqvarna 701 Vitpilen – a partire da 10.350 euro

La Vitpilen spinge al limite il concetto di moto classica. La sua carrozzeria ha forme aliene, un cocktail di moderno e antico con una base di tecnologia ultra moderna. Sfrutta la base meccanica dell’ultima KTM 690 Duke. Parliamo di un motore monocilindrico raffreddato a liquido da 690 cc, capace di produrre 75 cv e dotato di frizione antisaltellamento. Non manca nemmeno un pacchetto elettronico comprensivo di acceleratore Ride-by-wire, controllo di trazione e ABS disinseribile. Il telaio: è un traliccio in acciaio ad alta resistenza, come anche il forcellone con nervature a vista, mentre le sospensioni sono WP regolabili. Per il resto, la Vitpilen ha un codino minimalista e gli pneumatici da 17 pollici.

Kawasaki Z900RS – a partire da 11.790 euro

Qualcuno potrebbe pensare che in Kawasaki abbiano fatto i furbi. Prendi la Z900, la travesti da moto classica e voilà, puoi alzare il prezzo di 2.000 euro. Ma non è così. L’RS è una moto che richiama il passato realizzata su una base meccanica sportiva: motore e telaio sono in buona sostanza identici alla Z900 (telaio a traliccio in acciaio, motore a 4 cilindri raffreddato a liquido, qui calibrato per esprimere più coppia e meno potenza, ora fissata a 111 cv) ma estetica ed ergonomia sono classici. È equipaggiata con fari (a led) e serbatoio stondati, strumentazione a due elementi analogici e sella monopezzo con cinturino posteriore, proprio come la sua antenata Z1. Il manubrio è largo, alto e cromato e al 4 in linea non mancano le alettature tipiche dei vecchi motori raffreddati ad aria. E ha un caratterino tutt’altro che invecchiato…