In questo prodotto la Casa francese riunisce tutto il know-how che arriva dalle competizioni, MotoGP in primis ovviamente. Caratteristica principale di Power RS è una mescola completamente nuova che, associata ad una innovativa carcassa brevettata (Michelin ACT+), è stata studiata per migliori performance sull’asciutto in termini di aderenza, maneggevolezza e stabilità, soprattutto alle alte velocità.

Lo pneumatico presenta un’unica tela carcassa ad angolo variabile, che, nella zona di sommità, è vicino ai 90° per massimizzare la flessibilità e permettere così la stabilità sul rettilineo, necessaria ad alte velocità. Il tutto senza ridurre la rigidità del fianco e della spalla, che, grazie ad un prolungamento del ritorno della tela carcassa, che si sovrappone a se stessa, offre una migliore stabilità in curva.

Questa nuova tecnologia ha richiesto due anni di lavoro, perfezionamento e conversione del processo di produzione. Durante lo sviluppo della carcassa del nuovo Power RS, sono stati registrati due brevetti che segnano l’innovazione più significativa in questo campo dall’invenzione di Michelin del radiale per i pneumatici moto.

Le mescole - Il grip sull’asciutto e sul bagnato di Power RS è stato massimizzato grazie agli elastomeri di alta tecnologia. Le mescole sviluppate specificamente per questa gamma integrano polimeri funzionali SBR di ultima generazione. La chimica degli elastomeri è un settore del dipartimento di Ricerca e Sviluppo in cui si registrano notevoli progressi perché si tratta di una scienza relativamente recente. Nello stesso tempo, è una disciplina che richiede risorse ingenti, per cui pochi produttori di pneumatici possono sviluppare autonomamente le proprie materie prime. 

Grazie a un investimento di 700 milioni di euro in Ricerca e Sviluppo, Michelin progetta i propri materiali, avvalendosi della grande capacità produttiva nei suoi molteplici campi di attività.

Gli elastomeri di cui si compone la mescola promettono molto grip e raggiungono rapidamente la temperatura giusta.