Dopo la Vespa RMS si dedica ad altri due ciclomotori che hanno fatto la storia dell'Italia: accessori che piaceranno ai più nostalgici e non solo... Arriva il catalogo di ricambi per il Ciao e il Sì Piaggio

Non saranno la mitica Vespa, diventata simbolo per eccellenza della dolce vita anni '50 ma anche del design made in Italy, ma sono comunque due dei modelli di ciclomotore più utilizzati e ricordati come primi compagni a due ruote da intere generazioni. Sono stati amati per la loro semplicità, il loro stile inconfondibile e la loro robustezza: si tratta del Ciao e del suo erede Sì, entrambi firmati Piaggio. RMS affianca così ai ricambi dedicati alla Vespa anche un nuovo catalogo della linea Classic, per il perfetto restauro dei due piccoli ciclomotori a pedali. Caratterizzati da una estrema semplicità meccanica, da un motore da 49,3 cm3, dall'avviamento a pedali, dalla grande leggerezza e maneggevolezza e dai consumi praticamente inesistenti erano e sono caratterizzati da un design che ricorda una bici da donna. Il Sì non era altro che la versione più aggiornata del Ciao che venne prodotto comunque per quasi quarant'anni: dal 1967 al 2006 (mentre il Sì dal '67 al 2001). La linea RMS annuncia quindi che è arrivato il momento di rimetterli in strada grazie a tantissimi accessori e kit: si parte dalla componentistica del motore, marmitte "tipo originale" comoprese, per passare ai ricambi elettrici, ai kit cavi per gas, freno e contachilometri. E poi tutto il necessario per rivitalizzare ciclistica e sovrastrutture (cavalletti, parafanghi in versione originale o cromata, specchietti, leve...) ma anche trasmissione, pulegge, cinghie, ruota libera, masse frizione, pneumatici e tutta la minuteria. Insomma non servono le parole perché l'elenco è davvero lungo, per scoprire tutte le proposte (corredate di foto e descrizione) basta scaricare il catalogo sul sito ufficiale di RMS. Giulia Cassinelli