Dopo Alpentrophy H2Out, arriva sul mercato Spidi Bolide, la nuova giacca dedicata ai motociclisti più sportivi, che per proteggersi adeguatamente non dovranno più ricorrere alla tuta intera.

SPIDI RAPPRESENTA UN MARCHIO di qualità riguardo la lavorazione delle pelli. Uno status che deriva probabilmente dal fatto di trovarsi nella Valle del Chiampo. La zona tra Vicenza e Verona è rinomata non solo per i suoi paesaggi, ma anche perché la lavorazione delle pelli animali è stata introdotta sin dal Quattrocento, divenendo presto tradizione.

STANDARD ELEVATI - In quella zona, la concia divenne processo industriale già dall’Ottocento, per poi diffondersi grazie all’arrivo dell’elettromeccanica. Spidi, una delle 700 imprese che oggi lavorano sulle pelli in Valchiampo, utilizza tutti gli anni di ricerca e innovazione andando a scovare i migliori pellami in tutto il mondo e lavorarli per diversi settori, dalle calzature fino appunto all’universo motociclistico.

LA NUOVA GIACCA prevede un telaio principale costituito da pelle bovina da 1,1 a 1,2 mm di spessore, con sezioni elasticizzate in Flex Tenax e Nylon 6.6. Presenti scudi Warrior esterni su spalle e gomiti, con protezioni interne Warrior Lite (spalle) e Force-Tech (gomiti).

Le protezioni disponibili sono anche il paraschiena Warrior, livello 1 o 2, e Warrior Chest, per il torace, entrambe vendibili separatamente. Il prezzo al pubblico è di 499,90 euro, per quattro diverse colorazioni: nero, rossonero, bianconero e nero/giallo fluo.