La nuova maschera per fuoristrada firmata Scott si chiama Prospect, e non a caso: punta, infatti, a cambiare la "prospettiva" con tante novità. Forte di 45 anni di esperienza, Scott ha lavorato per migliorare sotto il profilo del campo visivo, del comfort, della ritenzione della lente e della tecnologia WFS.

Scott, in questo modello, ha aumentato l’altezza della lente abbassando il design del nasello per creare la lente più grande e ridurre l’ostruzione visiva.

Il nuovo Lens Lock System ha quattro perni di bloccaggio che passano attraverso la lente. Indipendentemente dall’impatto, questo fa sì che non salti via. Inoltre, viene utilizzato un materiale della lente più spesso (1 mm) per renderla ancora più resistente. Per cambiarla, basta aprire le quattro linguette (due sopra, due sotto) e rimuoverla dalla montatura in pochi secondi.

La Prospect ha due stabilizzatori articolati che si adattano a qualsiasi forma e taglia di casco. La pressione risultante della maschera sul viso del motociclista sigilla completamente e uniformemente. Per la Prospect WFS gli stabilizzatori articolati permettono un’integrazione naturale dei rullini per un look senza pari anche con il roll?off montato.

Per la collezione 2017, Scott lancia il suo nuovo WFS50, un sistema roll-off più largo e perfezionato per diventare di nuovo lo standard di riferimento per questo mercato. La Scott Prospect è l’unica maschera da motocross compatibile con il sistema rivoluzionario roll-off Scott, WFS50.

Il nuovo WFS50 offre un’installazione dei rullini veloce e senza attrezzi grazie alla tecnologia Scott Click-On.

Una pellicola più larga richiede una griglia antistick con paraspruzzi ridisegnata e ottimizzata. Una linea verticale sottile è stata aggiunta nel mezzo della griglia per assicurare che la pellicola non aderisca troppo alla lente. Il paraspruzzi è realizzato in un materiale trasparente che offre un campo visivo più vasto in condizioni estreme.

Una nuova caratteristica del WFS50 è il sistema di aggancio Click-On. Non c’è bisogno di attrezzi e non si perde tempo: basta solo agganciare i rullini sui perni Works e partire. La leva rossa assicura che il rullino sia ancorato in sicurezza ai perni.

Progettando i rullini dietro agli stabilizzatori e posizionando sul bordo della lente, la maschera Prospect offre una ottimale visione periferica. Con lo strap avvolto attorno ai rullini la corda diventa facile da individuare: basta semplicemente passare la mano lungo lo strap fin quando la si incontra.

L’imbottitura termoformata di alta qualità Scott 3.2 è stata ottimizzata per la nuova Prospect. La nuova spugna a cellula chiusa è ora più morbida ed è stata disegnata per posizionarsi più bassa sulle guance, per una diffusione della pressione più bilanciata.

Questa tecnologia allontana il sudore via dal viso ed allevia la pressione sul naso. Il nasello della Prospect può essere rimosso e rimontato facilmente. Tre perni garantiscono il suo ancoraggio alla montatura.

Disponibile in 8 colori, la maschera Prospect è in vendita a partire da settembre.